Fermo Posta ParadisoFermo Posta Paradiso PrefazioneFermo Posta Paradiso BiografiaFermo Posta Paradiso LettereFermo Posta Paradiso Audiopoesie

Agricoltore vestale

 

Avambraccio che asciuga la tua fronte,

mano di callo

che sfronda il mio prato,

il mio lavoro al tuo cospetto strapagato,

trituri lento un travaglio infinito!

Dura assoluta nutrice dell’uomo più antico,

nostro saggissimo e nobile amico