Fermo Posta ParadisoFermo Posta Paradiso PrefazioneFermo Posta Paradiso BiografiaFermo Posta Paradiso LettereFermo Posta Paradiso Audiopoesie
ENGLISH english

A Leon Bismarck “Bix!” Beiderbecke

Il tuo nome non necessita d’altro
Né di “Mr” né di “Maesro”. No.
È Bix

So che Joe Venuti ti voleva bene e ti dava una mano.
Un giorno l’ho ascoltato suonare a Milano. Così ho collegato la mia vita alla tua, sai, stando vicino a Joe Venuti sto più vicino a te.

Tu, principe dei miei magnifici quattro.

L’Imperatore Louis.
Il Principe Bix.
L’Incomparabile Jack.
La Pantera Bechet.

In quanti ti abbiamo voluto bene, Bix.
In vita e dopo.
Ma non si è potuto salvarti oltre.
Ti penso come eri, dalle poche foto, e così sei rimasto. Non come Chet, slanciato al futuro a Newport in barca a vela, per poi ritrovarsi e finire come misero teschio.
Questo a te, si è risparmiato.

Bix, l’hai visto ( l’hanno dato lassù?) quel bellissimo film che Avati ha fatto a te?
Io poi ho visto tre volte quel documentario americano sulla tua vita... bellissimo. E cercavo di entrare nelle scene, di avvisarti dei rischi, di suggerirti risposte ma il film è granitico e non si entra.

Così eri solo, e solo rimanevi.
Forse tu sei in un posto diverso.
Forse tu sei nel Paradiso dei poeti.

Bix.

Tuo
Duccio