Fermo Posta ParadisoFermo Posta Paradiso PrefazioneFermo Posta Paradiso BiografiaFermo Posta Paradiso LettereFermo Posta Paradiso Audiopoesie
ENGLISH english

Ai lettori di questa mia raccolta

Con più avanzo, con più procedo, con più mi si allontana quel compimento di cose a cui ambisco e che in realtà non so bene quali siano.
Sempre di più da fare in un tempo ristretto e appare chiaro che non si va da nessuna parte.
C’è, infatti, una fretta e un assillo di fare a tempo a vivere, che però significa sempre di meno.
No. Per me è ufficiale: io non farò in tempo a vivere.
Detto ciò, questo non sposta niente.
Il mondo visibile è sempre così imperterrito.
Io invece non sono imperterrito, anzi sono sempre più sdoppiato, una parte scurrile e una parte drammatica.
Ho due maschere greche in me, dentro nella saccoccia (a parte la faccia mia naturale, che non mi è molto chiara).
E poi questi continui alti e bassi, che strazio! Felice, desolato, motivato, buffonesco, funereo. Come faccio a resistere con uno come me?
Che sbando.

Duccio