Fermo Posta ParadisoFermo Posta Paradiso PrefazioneFermo Posta Paradiso BiografiaFermo Posta Paradiso LettereFermo Posta Paradiso Audiopoesie

A Ugo Tognazzi dopo vent'anni.

Mi dicono
che oggi
son passati vent'anni, Ugo.

Tu non dovevi morire.

Uno come te dovrebbe
essere l'eccezione che conferma
la regola: tutti muoiono,
tu no.

E non perché
tu sia meglio degli altri
e non perché
tu ci manchi più di altri.
Ma perché, Ugo
credo tu non fossi vero.

Tu eri
istituzione,
coscienza,
diavolo e acqua santa,
e soprattutto
poco credibile, per essere un uomo.
Ugo
forse tu eri
un nostro ricordo ancestrale.

Perché,
una presenza
non può morire.
Non può morire un ricordo.
Una ricetta. Una frase.
Un sorriso.
Un viso.
La tua una voce.

Sospetto a volte
che tu non sia mai morto.
Ed imperterrito
vi attendo, o gladiatori.

Prossimamente
nello splendore del Technicolor:
in un bellissimo
"Amici miei (4)".

Addio.

Tuo aff.mo
Duccio