Fermo Posta ParadisoFermo Posta Paradiso PrefazioneFermo Posta Paradiso BiografiaFermo Posta Paradiso LettereFermo Posta Paradiso Audiopoesie

A L. Mannequin

 

No non scriverò il tuo nome. Noi due lo conosciamo.

Adolescente, io adolescente. Ora ne ho 65 (sessantacinque). Que tàl ?!
Dimmi, ma hai tu ottant'anni adesso? Se ancora ne fai di anni.
Ridiamo dai che è meglio.

Vi chiamavate Mannequin e non ancora Model. Figurati che qualche anno dopo la tua identica vita sarebbe diventata per incanto, nobilissima.
E tu, che ti fidavi della fortuna.

Si: cominciarono con Twiggy, su per il nord di quella Swinging London del sessanta, snaturata e bella, a chiamarsi Model poi subito Top Model. A quelle nuove muse sarebbero andati sia moltissimi soldi che la gloria.
E a voi, prima, paghette e proposte oscene ("oscene" perché di pochi zeri).

Figurati che poi qualche anno dopo addirittura "quelle signore" insomma loro, quelle conclamate, divennero all'improvviso grandi "artiste" (e senza virgolette). Si, dive dei film hard.
E dovevi sentirli i signorini dello spettacolo dalla erre moscia: " .. le presento la Tale le presento Talaltra, grande attrice
dell'Hard.. ", e giù con le interviste mentre il fidanzato goffo al loro fianco giurava " di non essere geloso", e poi mazziato e felice grufolava mentre andava in onda salutando gli amici del bar.
Tutte grandi artiste impegnate, insomma delle Magnani, delle Crawford, la crème dell' Actors' Studio. La crème de la crème dell'hard. Si, le grandi attrici del duro.

E noi ?

E noi cosa siamo rimasti?

E che ne fu di quella appassionata

timida

poesia

?