Fermo Posta ParadisoFermo Posta Paradiso PrefazioneFermo Posta Paradiso BiografiaFermo Posta Paradiso LettereFermo Posta Paradiso Audiopoesie

A Guillermo Gabler.

Bièn Gabler! Sempre dicevamo a te così, nella banda e, dedicandolo a te, anche
a chiunque facesse una qualsiasi cosa di buono.. il perchè fu sconosciuto,
forse era nato nei decenni prima se qualcuno ti ebbe preso in giro (cosa
continua per tutti quei ragazzi). Perfino ci riferivamo a te come se il tuo
nome intero fosse proprio "Bièn Gabler". Ma questo era solo uno dei
tanti aspetti e vezzi della vita pittoresca in Retaguardia, la nostra Jazz
Band del 1980, laggiù nel fondo al mondo, in quel paese lungo dove non si passa
mai e solo si va, il Cile.
L'ultima tua battuta fu quando ti rividi dopo due anni di malattia, gonfio di
cortisone ed alzato dalla sedia a rotelle per salutare mio figlio che non ti
riconobbe. Ti chiesi allora "come stai Guillermo!?, e tu, col tuo grande
sorriso da scena mi portasti, di petto perchè gli altri sentissero, un vitale
e teso "Sto vivo!". Pieno di enigmatica ultima felicità.