Fermo Posta ParadisoFermo Posta Paradiso PrefazioneFermo Posta Paradiso BiografiaFermo Posta Paradiso LettereFermo Posta Paradiso Audiopoesie

Mr Frank Sinatra

Caro Mr Sinatra, buonasera.
Lei ci tiene alle distanze ed io non sono del suo giro di Vegas, quindi diamoci del lei.
Lei è stato uno splendido artista, davvero.
The Voice è soltanto la giusta definizione per il suo vocal asciutto, dry, assoluto come una vodka di grande marca. Eppure così essenziale, semplice come un elemento, il rame, l’argento.
Quale assoluta eleganza nella sua canzone, nello show della sua vita. Eleganza americana certo, ma ha il suo bello, bellissimo stile.
Mi è sempre piaciuto molto “My way”, ma ho sempre temuto per le conseguenze che tale “pronunciamiento” avrebbe avuto per lei, poi. Quanta autosufficienza in quelle parole, quanto chiuso universo.
Bello! Ma brutto!
Mi capisce? Io credo di sì.
Poi, se non altro, rileggendomi la biografia su Dean Martin (“Dino”) suo grande amico, vedo che non fu per sua aridità che poi lo abbandonò, di fatto, al suo delirium, ma per necessaria seppur appunto arida, sua difesa. Grande anche Dean... ma l’abbiamo sentito bene, quando chiude con “...non farmi murì...” il suo geniale - nell’evitare l’enorme Presley - “O sole mio”?
C’è dentro tutto.

Ciao ragazzi del Rat Pack, e molti, molti auguri.

Duccio